Tempo di lettura stimato: 8 min

Progetto pilota “HolyGrail 2.0” per promuovere il riciclo di alta qualità degli imballaggi.

Filigrane digitali all’avanguardia per un migliore riciclaggio degli imballaggi: Henkel è una delle oltre 85 aziende e organizzazioni della nuova iniziativa di cross-value chain “HolyGrail 2.0”, lanciata da AIM, la European Brands Association. L’obiettivo dell’iniziativa è valutare se una tecnologia digitale all’avanguardia può consentire nell’UE una migliore selezione e tassi di riciclo degli imballaggi di qualità superiore, per portare ad un’economia realmente circolare. Come progetto pilota, Henkel esplorerà questa innovativa tecnologia di filigrana digitale per una nuova gamma di prodotti del suo marchio di ammorbidente Vernel.

Filigrana digitale (digital watermark) sulla nuova confezione di un prodotto Vernel

Una delle sfide più urgenti per realizzare un’economia circolare per gli imballaggi è quella di smistare meglio i rifiuti post-consumo, identificando accuratamente gli imballaggi, con il risultato di un riciclo più efficiente e di qualità superiore. Le filigrane digitali si comportano come un codice a barre presente sulla confezione invisibile all’occhio umano. Possono avere il potenziale per rivoluzionare il modo in cui gli imballaggi vengono smistati nel sistema di gestione dei rifiuti, in quanto apre nuove possibilità che attualmente non sono realizzabili con le tecnologie esistenti. Sulla base del progetto HolyGrail iniziale della Ellen MacArthur Foundation, l’iniziativa “HolyGrail 2.0” si svolgerà su scala e portata molto più ampie. Ciò includerà il lancio di un progetto industriale pilota al fine di dimostrare la fattibilità delle tecnologie di filigrane digitali per uno smistamento più accurato degli imballaggi e un riciclo di qualità superiore, nonché il business case su larga scala.

In Henkel esploriamo costantemente nuove possibilità per migliorare le caratteristiche di riciclabilità e sostenibilità delle confezioni dei nostri prodotti. Inoltre, promuoviamo progetti e iniziative che mirano a guidare l’innovazione nello sviluppo di imballaggi e ad accelerare la transizione verso un’economia circolare “, afferma il dott. Thorsten Leopold, responsabile dell’ International Packaging Development Home Care di Henkel. “Siamo orgogliosi di essere tra i pionieri della nuova tecnologia di filigrana digitale, portando in vita il concetto del progetto HolyGrail 2.0 e spianare la strada all’innovazione per superare le sfide del riciclaggio“.

Henkel tra i pionieri con il primo progetto specifico

Henkel sta dando il buon esempio e sta implementando la nuova tecnologia in due prodotti Vernel, che saranno lanciati ad ottobre in Germania.

Le nostre bottiglie Vernel sono realizzate in PET riciclato e riciclabile al 100% e sono circondate da un rivestimento rimovibile di un materiale diverso. Per quanto riguarda il riciclo di questo imballaggio, al momento ci affidiamo ancora al consumatore per separare i due tipi di materiali plastici poiché molte linee di smistamento non sono in grado di identificare correttamente il materiale della bottiglia ”, spiega il dottor Thorsten Leopold. “La filigrana digitale offre la possibilità di eludere questo passaggio. Il materiale della bottiglia può essere facilmente rilevato e ordinato in modo efficiente nella porzione di materiale corretta. Con il progetto pilota per l’ultima gamma Vernel, vogliamo ottenere ulteriori informazioni per l’implementazione e lo sviluppo della tecnologia della filigrana digitale e valutare i possibili vantaggi per il riciclo degli imballaggi “.

Filigrane digitali: impercettibili ma di grande impatto

Le filigrane digitali sono codici impercettibili, delle dimensioni di un francobollo, che coprono la superficie dell’imballaggio di beni di consumo. Possono avere una vasta gamma di attributi come produttore, SKU, tipo di plastica utilizzata e composizione per oggetti multistrato, uso alimentare o non alimentare, ecc.

L’obiettivo è che una volta che l’imballaggio è entrato in un impianto di smistamento dei rifiuti, il la filigrana digitale può essere rilevata e decodificata da una telecamera standard ad alta risoluzione sulla linea di smistamento, che poi – in base agli attributi identificati – è in grado di smistare gli imballaggi nei flussi corrispondenti. Ciò si tradurrebbe in flussi di smistamento migliori e più accurati, quindi di conseguenza in riciclati di qualità superiore a vantaggio dell’intera catena del valore del packaging. Oltre a questo “passaporto digitale per il riciclo”, le filigrane digitali possono anche essere utilizzate in altre aree come il coinvolgimento dei consumatori, la visibilità della catena di approvvigionamento e le operazioni di vendita al dettaglio.

Collaborazione lungo la catena del valore per promuovere un’economia circolare

Dopo aver già fatto parte del primo progetto HolyGrail, la partecipazione attiva a HolyGrail 2.0 è un altro esempio dell’impegno di Henkel nel guidare l’innovazione nello sviluppo di imballaggi sostenibili e promuovere un’economia circolare. L’azienda è impegnata in molte iniziative e partnership intersettoriali: ad esempio, Henkel è un membro fondatore dell’Alliance to End Plastic Waste (AEPW) e collabora con l’impresa sociale Plastic Bank.

All’inizio di quest’anno, Henkel ha rilasciato una nuova serie di ambiziosi obiettivi di imballaggio per il 2025. Includono: Rendere riciclabile o riutilizzabile il 100% degli imballaggi dei beni di consumo di Henkel*, ridurre del 50% la quantità di plastica vergine da fonti fossili negli imballaggi dei prodotti di consumo e aiutare ad impedire che i rifiuti di plastica vengano smaltiti nell’ambiente.

*Esclusi i prodotti adesivi in cui i residui possono influire sulla riciclabilità o inquinare i flussi di riciclaggio


A proposito di Henkel.

Henkel opera a livello globale con un portfolio prodotti ben bilanciato e diversificato. La società detiene posizioni di leadership con le sue tre business unit, sia nel settore industrial che nel consumer, grazie a marchi affermati, innovazioni e tecnologie. La divisione Adhesive Technologies, operante nel settore del packaging e del confezionamento, è leader globale nel mercato degli adesivi, in tutti i segmenti del settore, in tutto il mondo.

Fondata nel 1876, Henkel vanta oltre 140 anni di successi. Nel 2017, Henkel ha registrato vendite per 20 miliardi di euro e un utile operativo rettificato di circa 3,5 miliardi di euro. Henkel impiega oltre 53.000 persone in tutto il mondo: un team appassionato e altamente diversificato, unito da una forte cultura aziendale, uno scopo comune di creare valore sostenibile e valori condivisi. In qualità di leader riconosciuto nella sostenibilità, Henkel detiene posizioni di vertice in numerosi indici e classifiche internazionali.

Per ulteriori informazioni sugli adesivi Henkel a marchio Technomelt: https://www.sdrsrl.it/prodotti/henkel/.

A proposito di questo articolo.

Questo articolo, sotto forma di comunicato stampa, è stato pubblicato originariamente in Inglese sul sito internazionale di Henkel ed è stato da noi tradotto e ripubblicato.

L’originale è disponibile alla pagina: https://www.henkel.com/press-and-media/press-releases-and-kits/2020-09-08-henkel-pioneers-digital-watermark-technology-with-new-vernel-product-range-1112238

RICHIEDI ORA MAGGIORI INFORMAZIONI
sulle tecnologie sostenibili di Henkel
per il PACKAGING e il CONFEZIONAMENTO